Come scegliere e come usare le stampelle ortopediche

A seguito di un intervento agli arti inferiori come nel caso l’intervento all’alluce valgo, l’ortopedico prescriverà l’utilizzo delle stampelle ortopediche come ausilio alla camminata per un determinato periodo di tempo post operatorio. 

Ma come imparare ad usare le stampelle? E con quale criterio scegliere il supporto più adatto al tuo tipo di fisico? Qual è il costo?

Queste sono alcune delle domande a cui risponderemo all’interno di questo articolo.

imparare a camminare con le stampelle

Come camminare con le stampelle?

Quando viene comunicata la prescrizione dell’utilizzo delle stampelle, solitamente sale un po’ di panico per chi non conosce questo supporto. Come imparo ad utilizzarle? Devo muovere prima la gamba o la stampella? 

Nei primi giorni la deambulazione potrà risultare macchinosa: il cervello dovrà assimilare una nuova azione, la vista dovrà prendere le misure, gli arti stessi dovranno fare i conti con due estensioni in più. 

Durante questa fase è consigliato l’aiuto sia dei familiari in casa che nelle uscite, ma soprattutto di un fisioterapista che ti spiegherà esattamente come utilizzare le stampelle, controllerà che siano regolate adeguatamente e ti correggerà se noterà eventuali errori di appoggio.

Ma non temere, dopo una settimana la nuova abitudine sarà già stata assimilata!

Ecco un piccolo elenco di istruzioni sempre valide:

  • regola l’altezza: le stampelle devono trovarsi all’altezza adeguata per permetterti di camminare in comodità, senza dover piegare la schiena per appoggiarti o alzare le spalle;
  • posiziona le stampelle in verticale e parallelamente alle gambe;
  • sostieni il peso con la gamba sana e spingi sull’impugnatura per farti forza mentre ti alzi (ricorda di non gravare mai sulla gamba operata);
  • appoggia prima la stampella a terra e poi fai un passo, a questo punto riallinea anche la stampella. Non portare mai avanti la stampella prima del piede.

Precisiamo che quelle fornite sono informazioni di carattere generale e non sostituiscono un consulto con un medico specializzato.

Dove comprare le stampelle e quali scegliere

Partiamo dal primo step: quale stampelle devo acquistare? 

In sede di consulto medico, sarà l’ortopedico o l’equipe medica a consigliare quale sia la tipologia più adatta a te.

In commercio ne esistono di due tipi:

  • stampelle canadesi: le classiche stampelle che offrono supporto al braccio nella parte posteriore e l’impugnatura permette di scaricare il peso corporeo;
  • stampelle ascellari: il supporto arriva fino all’arco ascellare.

Una menzione particolare va fatta per il tripode, strumento consigliato però nel caso di patologie neurologiche poichè fornisce stabilità.

E’ fondamentale che le stampelle siano regolabili in altezza, in maniera tale da adeguarle alla propria statura. Inoltre, per evitare di scivolare, bisogna controllare che la gomma installata sulla punta della stampella abbia un’ottima aderenza.

Ma sono meglio le stampelle canadesi o ascellari? Entrambi i modelli assolvono allo stesso dovere: lo scopo principale delle stampelle ortopediche infatti è alleviare gli arti inferiori dal peso corporeo, scaricandolo in parte sul supporto. Una piccola differenza tra le due potrebbe risiedere nell’impugnatura: per le canadesi infatti è richiesta una maggiore forza nelle braccia che devono in parte sostenere il busto.

Prezzo delle stampelle ortopediche

Per quanto riguarda il costo invece, il prezzo oscilla tra i 20 euro e gli 80 euro.


Un commento su “Come scegliere e come usare le stampelle ortopediche”

I commenti sono chiusi.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.